Domenica 22 04 2018 - Aggiornato alle 00:45

Il Borgo d'Italia diventa paese-albergo
Sambuca di Sicilia Il Borgo d'Italia diventa paese-albergo

Dopo il riconoscimento di “Borgo dei Borghi 2016” il comune dell'Agrigentino diventerà presto uno dei paesi albergo della Sicilia. Il borgo, le cui radici ricadono alla dominazione araba, tiene alta l’accoglienza dei turisti, apprezzato per la sua bellezza storica ed artistica

di Flavia Schembri - 28/10/2016

Dalle caratteristiche vie strette e dai piccoli cortili del quartiere saraceno, Sambuca di Sicilia, dopo il riconoscimento di “Borgo dei Borghi 2016”, diventerà ben presto uno dei paesi albergo della Sicilia. Il borgo, le cui radici ricadono alla dominazione araba, tiene alta l’accoglienza dei turisti, apprezzato per la sua bellezza storica ed artistica e favorito anche per la sua posizione strategica situata tra Palermo, Agrigento e Trapani.

Per iniziativa della “Coretour viaggi e turismo srl” di Palermo, da parte dell’imprenditore Giuseppe Cassarà, presidente onorario della Fiavet (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo), in seguito all’acquisto di numerosi immobili da parte del Comune, dopo un’attesa lunga e complessa, si sono avviati i lavori di restauro nel centro storico. Una possibilità di sviluppo economico e di incremento turistico nel territorio che consentirà di riscoprire e valorizzae le bellezze di “Zabut”, l’emiro saraceno che su quella collina decise di costruire la sua dimora.

Recuperando ciò che è già presente, con un investimento di 4 milioni di euro e consegna dei lavori prevista per il 30 giugno 2017, si conta la costruzione di circa 31 residenze albergo per 116 posti letto con reception in uno dei palazzi storici del quartiere. “L’idea del paese albergo sarà un’opportunità per offrire non solo un’esperienza di vita nel cuore del centro storico – ha dichiarato il sindaco Leo Ciaccio- ma anche una strategia per lo sviluppo del territorio e recupero urbanistico”. 

SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

scrivi alla redazione